CONTENUTI regolamenti > regolamento viaggi

REGOLAMENTO VIAGGI E VISITE

(ai sensi della Circolare Ministeriale 2 ottobre 1996, n°623

e della nota al protocollo n.2209 del 14/04/2012)

  1. LA SCUOLA considera parte integrante e qualificante dell’offerta formativa e momenti privilegiati di conoscenza, comunicazione e socializzazione i viaggi di istruzione, le visite guidate a musei, mostre,manifestazioni culturali, di interesse didattico, lezioni con esperti e visite a Enti Istituzionali Amministrativi, la partecipazione ad attività teatrali, musicali e sportive, i soggiorni presso laboratori ambientali, la partecipazione a concorsi provinciali, regionali, nazionali, a campionati o gare sportive,a concorsi musicali, a manifestazioni culturali o didattiche, i gemellaggi con scuole estere. Per uscite didattiche e visite guidate si intendono le uscite fuori dall’edificio scolastico, comprese nell’orario delle lezioni della classe. Per viaggi d’istruzione si intendono le uscite che prevedono un tempo superiore a quello stabilito per l’orario delle lezioni. Le visite d’istruzione (a capoluoghi di provincia, musei, gallerie, parchi naturali, complessi aziendali, spettacoli teatrali, ecc…) possono essere effettuate nel territorio comunale o fuori di esso.

a. Le visite nel territorio comunale che non comportano spese a carico delle famiglie e deliberate dai Consigli di classe e di Interclasse, devono essere autorizzate dal Dirigente scolastico con almeno un giorno di anticipo.

b. Le visite all’interno e fuori dal territorio comunale che comportano spese per le famiglie, seguono la normale pratica di organizzazione e autorizzazione dei viaggi d’istruzione

  1. LE ATTIVITÀ SPORTIVE E LE ATTIVITA’ MUSICALI costituiscono una parte fondamentale dell’attività didattica e verranno effettuate con la collaborazione di tutti i docenti.

  1. Sono vietati visite e viaggi nei mesi di maggio/giugno. Sono previste deroghe in base alle disposizioni ministeriali per viaggi connessi ad attività sportive nazionali o collegate con l’educazione ambientale.

  2. I viaggi d’istruzione possono essere organizzati da una o più classi e di norma per tutti gli alunni della classe. Non possono essere realizzati se vi partecipa meno dei 2/3 della classe. Gli alunni che, eventualmente, non dovessero partecipare al viaggio sono assegnati agli insegnanti del plesso. La documentazione delle visite didattiche e dei viaggi d’istruzione deve pervenire in presidenza almeno tre giorni prima della data stabilita per il viaggio.

  3. Durante tutte le visite nel territorio comunale, fuori dal territorio comunale e durante i viaggi d’istruzione il rapporto insegnanti/alunni deve essere di 1 a 15.

  4. Il Consiglio d’istituto, esaminate le richieste, provvede a deliberare l’autorizzazione alle visite e ai viaggi, integrando, qualora ne ravveda la necessità, il numero degli accompagnatori con altri docenti.

  1. L’alunno diversamente abile, deve essere accompagnato da un insegnante a lui dedicato e dall’assistente educatore in caso di necessità qualora sia disponibile e assicurato. Può essere utilizzato il collaboratore scolastico cui sia stata affidata la funzione aggiuntiva specifica, purché disponibile e assicurato.

  1. Le richieste di autorizzazione per le visite fuori dal territorio comunale e per i viaggi d’istruzione dovranno pervenire al Consiglio d’Istituto complete delle seguenti indicazioni:

- Obiettivi culturali e didattici che si intendono perseguire

- Indicazioni della meta e del periodo di svolgimento della visita o del viaggio.

- Elenco numerico degli alunni partecipanti.

- Spesa prevista per lo svolgimento della visita o del viaggio

  1. Il CONSIGLIO di CLASSE, di INTERCLASSE o di INTERSEZIONE proporrà alla Commissione per le visite guidate e i Viaggi d’Istruzione il progetto relativo alle suddette uscite, dopo averne verificato la coerenza con gli obiettivi previsti dalla programmazione di classe e l’effettiva possibilità di svolgimento. La Commissione valuterà le richieste, pervenute tramite la compilazione di un apposito modulo e favorirà la realizzazione dei progetti per classi parallele, per ogni uscita o viaggio saranno individuati dal Consiglio di classe, d’interclasse, di intersezione i docenti accompagnatori ed un docente referente. Il Docente referente, presenterà il progetto di viaggio alla Funzione strumentale almeno 30 giorni prima per i viaggi di un giorno, almeno 60 giorni prima per i viaggi di più giorni. Tali progetti dovranno essere approvati dal Collegio dei Docenti, e successivamente dal Consiglio d’Istituto.

  1. A norma di legge non è consentita la gestione fuori bilancio, pertanto le quote di partecipazione dovranno essere versate sul c/c postale dell'istituto,n.000010291656(Codice IBAN IT78Z0529774420) b.ca POPOLARE DEL FRUSINATE, dalle singole famiglie.

  1. I docenti accompagnatori porteranno con sé un modello per la denuncia di infortunio e l'elenco dei numeri telefonici della scuola compreso il numero del fax. Inoltre gli stessi docenti coordinati dalla FS provvederanno a distribuire e ritirare i consensi informati della famiglie. La famiglia dovrà sempre essere informata in modo dettagliato sull’ itinerario del viaggio.

  1. Il docente accompagnatore, referente del viaggio, al rientro dovrà compilare l’apposito questionario predisposto per il monitoraggio di tale attività consegnandolo poi alla Funzione Strumentale.

  1. Eventuali deroghe al presente Regolamento potranno essere autorizzate dal Consiglio dell'Istituzione scolastica.

  1. La Giunta Esecutiva acquisirà d’ufficio i preventivi di spesa e le dichiarazioni delle ditte trasportatrici comprovanti i massimali di assicurazione, l’abilitazione ad effettuare il trasporto e la restante documentazione prevista dalla normativa vigente.

  1. La spesa a carico delle famiglie deve essere sempre contenuta. Laddove esistono comprovate difficoltà di tipo economico, il C.I. si attiverà per stabilire le modalità di sostegno a tali situazioni.

  1. Nella scelta della ditta di trasporti, occorre preventivamente acquisire la dichiarazione della ditta che sull’autobus noleggiato è montato il cronotachigrafo e che l’automezzo impiegato alla data dell’effettuazione del viaggio è coperto da polizza assicurativa. Inoltre occorre che sia assicurata la presenza di un secondo autista ogni volta che il viaggio superi le nove ore continuative. L’acquisizione della ditta di autotrasporto avverrà dopo la visione di tre o più preventivi indicanti il rispetto dei requisiti previsti dal presente regolamento. La segreteria provvederà ad inviare agli insegnanti, prima dell’uscita, il nominativo dell’autista e il numero di targa del mezzo autorizzato; sarà compito della ditta di trasporto informarsi in modo preciso sul percorso da seguire

  1. Il Dirigente Scolastico, sentito il Consiglio di interclasse o il Consiglio di classe, sulla base di situazioni oggettive precedenti, potrà decidere di non ammettere al viaggio alunni che abbiano al loro attivo tre note disciplinari individuali e/o alunni che, per il comportamento scorretto, potrebbero creare particolari problemi per la vigilanza.

  1. Il docente accompagnatore, prima della partenza, raccomanderà agli alunni partecipanti di:

  • Comunicare eventuali problemi di salute ( farmaci da assumere durante il giorno, problemi di claustrofobia, in particolare se la meta prevede luoghi chiusi ecct).

  • Essere puntuali alla partenza e a tutti gli appuntamenti collettivi.

  • Non portare con sé oggetti di valore.

  • Custodire attentamente i telefoni cellulari.

  • Controllare che nella camera d’albergo assegnata non ci siano guasti; in caso contrario, avvisare il docente accompagnatore.

  • Considerare che il consumo di bevande contenuto nel frigo presente in camera o telefonate dalle camere, viene registrato e addebitato agli occupanti al momento della partenza.

  • Non assumere iniziative diverse dalle indicazioni dei docenti accompagnatori.

  • Osservare le disposizioni previste dal Regolamento d’Istituto che rimane in vigore per l’intero periodo di svolgimento dell’iniziativa didattica.

Si prevedono, per i diversi ordini di scuola, le seguenti tipologie :

SETTORE FORMATIVO

VIAGGIO D’ISTRUZIONE

USCITE DIDATTICHE

SCUOLA DELL’INFANZIA

Un viaggio della durata di mezza giornata o intera giornata

½ giornata o intera giornata

più volte l’anno come da programmazione

SCUOLA PRIMARIA

Un viaggio della durata di mezza giornata o intera giornata

½ giornata o intera giornata

più volte l’anno come da programmazione

SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1^

Un viaggio della durata di 1 giorno

½ giornata o intera giornata

più volte l’anno come da programmazione

SCUOLA SECONDARIA CLASSE 2^

Un viaggio della durata di 1 giorno

½ giornata o intera giornata

più volte l’anno come da programmazione

SCUOLA SECONDARIA CLASSE 3^

Un viaggio della durata di 3 giorni

½ giornata o intera giornata

più volte l’anno come da programmazione


logo_miur.jpg, 18kB
USR Lazio
ATP Frosinone
INVALSI
Ferentino